Pensieri...

La Calabria sembra essere stata creata da un Dio capriccioso che, dopo aver creato diversi mondi, si è divertito a mescolarli insieme. (Guido Piovene)











«Se rinuncio ad amare la mia terra, contribuisco a distruggerla».



(Doris Lo Moro)











Chi di noi non ha mai sognato, specialmente in età adolescenziale, di scappare via dalla propria terra, dal proprio paese natìo?



Io penso sia una cosa capitata un pò tutti.



Evadere dalla solita routine, cercare cose e volti nuovi, viaggiare...è normale...



Poi, magari arriva quel tempo in cui ti soffermi a pensare e ripensare e forse t'accorgi che quello che hai trovato, seppur fondamentale, ti ha fatto perdere o lasciare indietro nel tempo, cose che credevi di odiare e non sopportare, e che poi ti stuzzicano, ti cercano, ti mancano...e che forse amavi...solo che non lo sapevi. (Anna)











Clikka sulla mia pagina FB

martedì 23 agosto 2011

Canne al vento


E rimani lì come canne al vento.
Scorrono le stagioni
e passano gli anni.
Nascono fiori e
muoiono farfalle.
Ritornano rondini all'antico nido,
forse il tempo di una primavera...
Scorre il fiume tumultuoso
che porta con se, antiche pietre.
E cambiano le case e cambiano
le voci dei bimbi per le strade.
Rintocchi di campane su facciata
imbellettata di nuovi colori che
ricordano il sole.
Idee nuove su progetti antichi
nati da sogni lontani
che sapevano solo sperare,
che facevano solo urlare
la rabbia incrostata nel cuore
come calcare che
non si poteva levare...
E rimani lì, paese stanco
come canne al vento che
sussurrano la loro canzone.
Tenace radice da zolla dura
che cresce a dismisura.
Qua e là antichi bulbi
che invadono il terreno...
Al sole germogli che s'allungano
assottigliando la vita,
ma forti di una linfa
che sa nutrire il cuore.
Passano gli anni e
passano le stagioni...
Tu lì, paese, sospeso nel vento
che agita le tue canne ormai spezzate.
Tu lì, paese, come canne al vento
che sussurrano al mondo la loro canzone.
Noi, canne disperse nel mondo,
a cercare nel vento
il sussurro di quell'antica canzone.

(Anna Maria Chiapparo)

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti va lasciami un saluto. Mi farà piacere sapere che sei passato di qua e ti sei soffermato. Grazie