Pensieri...

La Calabria sembra essere stata creata da un Dio capriccioso che, dopo aver creato diversi mondi, si è divertito a mescolarli insieme. (Guido Piovene)











«Se rinuncio ad amare la mia terra, contribuisco a distruggerla».



(Doris Lo Moro)











Chi di noi non ha mai sognato, specialmente in età adolescenziale, di scappare via dalla propria terra, dal proprio paese natìo?



Io penso sia una cosa capitata un pò tutti.



Evadere dalla solita routine, cercare cose e volti nuovi, viaggiare...è normale...



Poi, magari arriva quel tempo in cui ti soffermi a pensare e ripensare e forse t'accorgi che quello che hai trovato, seppur fondamentale, ti ha fatto perdere o lasciare indietro nel tempo, cose che credevi di odiare e non sopportare, e che poi ti stuzzicano, ti cercano, ti mancano...e che forse amavi...solo che non lo sapevi. (Anna)











Clikka sulla mia pagina FB

mercoledì 30 maggio 2012

La terra trema e fa tremare l'uomo






Giorni tristi questi.
La terra si scuote dal suo torpore, la natura si ribella e l'uomo piange.
Cosa sta succedendo al nostro martoriato mondo? Voglio sperare che non sia colpa dell'uomo e che sia qualcosa di naturale anche se a questo, non saremo mai abituati. Quanti sacrifici per costruire una casetta. Quattro mura sature di sudore e pensieri affannosi, poi bastano pochi secondi e tutto svanisce, tutto ridiventa polvere...Quanta tristezza negli occhi di chi ha perso tutto o peggio, vede le sue mura lesionate, scorticate da un male misterioso che nulla teme. Sembrano una beffa quelle mura ancora in piedi, che non servono più a nulla... una presa in giro della natura diventata d'improvviso matrigna e che sembra sogghignare minacciosa...

Mi tornano in mente i nostri antichi avi che per colmare le ire di Madre Terra le offrivano sacrifici su are di pietra o di fortuna.

Noi abbiamo già sacrificato abbastanza. Non credi, Gran Madre Terra?



Anna M. Chiapparo

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti va lasciami un saluto. Mi farà piacere sapere che sei passato di qua e ti sei soffermato. Grazie